patrocinio comune

 

 


cosmave centro servizi

 

The Latest

La Nazione

L’assessore Lorenzini prevede posteggi e rotatoria per l’accesso al centro espositivo. A palazzo Pisani mostra dell’artigianato

di Cristina Lorenzi CARRARA «Lo stadio potrebbe essere abbattuto»: questa volta non è uno scivolone di un politico, ma una delle reali intenzioni dell’assessore all’Urbanistica Moreno Lorenzini che sull’area del principale impianto sportivo ha idee molto chiare. «Ho intenzione di chiedere il contributo dei privati e degli industriali per la realizzazione di un nuovo stadio». Un modello all’inglese con centro commerciale, ristoranti e negozi, oltre a nuove e più moderne aree dedicate allo sport che l’assessore vedrebbe bene in un più generale recupero dell’intera zona funzionale al rilancio del Museo del marmo. Cassato con un colpo di spugna il progetto a 5 stelle che prevedeva il trasferimento dei gioielli del Museo del marmo a palazzo Pisani, in centro città, l’assessore intende invece potenziare la sede espositiva dello Stadio dotandola di un nuovo posteggio e di una rotatoria che faciliterebbe l’entrata a chi proviene dall’autostrada.

La Nazione

Immediati i soccorsi nel magazzino ad Avenza: l’uomo portato al Noa
Incidente sul lavoro a Carrara: paura per un cavatore. Grande preoccupazione per un lavoratore del marmo al piano. Ieri pomeriggio un blocco di marmo si è staccato da una gru in un magazzino al piano e ha sfiorato il cavatore, provocandone la rottura di una gamba. I colleghi che hanno visto la scena sono accorsi immediatamente in socorso per sincerarsi delle condizioni di salute del 46enne.

La Nazione

Appuntamento domani con Alex Bordigoni ed Elena Giarratana in una scenografia magica

CARRARA Danza e arte si sposano ai Ponti di Vara con la performance “Connessioni“, domani alle 21. Protagonisti il ballerino del marmo Alex Bordigoni, la danzatrice classica Elena Giarratana e gli allievi della scuola di danza “La Spezia progetto danza” di Anita Conti. L’idea di portare la danza ai Ponti di Vara, simbolo di Carrara e del lavoro al monte, è dell’artista Francesco Siani, che assieme ad alcuni cavatori realizzerà una scenografica installazione a cornice dello spettacolo. Un’opera che nel linguaggio dell’arte vuole mette in risalto il problema della sicurezza sul lavoro, nello specifico quello delle cave di marmo. Il tutto sarà accompagnato dalle musiche di Federico Gioè. Lunghe corde colorate avvolgeranno le arcate dei Ponti di Vara, e scenderanno fino ad adagiarsi nella polvere di marmo per formare un cerchio che ospiterà il pubblico. La performance è stata patrocinata e sponsorizzata da Comune di Carrara, Fondazione Cassa di risparmio di Carrara e concessionaria Automare di Marina di Carrara. Il piazzale che ospiterà la performance è stato concesso dalla Duegi trasporti e Carullo lavori.

La Nazione

Il giudice ha accolto la richiesta delle parti di arrivare a una conciliazione. Brillante (Cipit): «Ma il Comune sta col privato»
SERAVEZZAE’ stata rinviata di altri otto mesi una delle questioni che stanno più a cuore alla comunità seravezzina. Parliamo dell’udienza decisiva per il caso degli Usi civici e delle cave della Henraux: inizialmente prevista il 6 settembre alla Corte d’appello di Roma è stata posticipata al 2 maggio. La decisione è stata presa il 1° settembre dal giudice Nicola Pannullo, presidente della Corte d’appello, alla luce dell’istanza congiunta con cui Henraux, Comune e Regione, essendo in corso le trattative per una conciliazione della lite, hanno chiesto il rinvio dell’udienza come minimo dopo 180 giorni dalla data prefissata. A dare notizia dello slittamento è Rosario Brillante, coordinatore del Comitato indipendente per la partecipazione, l’informazione e la trasparenza (Cipit) di Seravezza.«Accolta la richiesta di arrivare a una conciliazione – spiega Brillante – sul contenzioso sulla proprietà che interessa il Monte Altissimo e un’importante parte delle Apuane versiliesi.

Studi aperti, Carrara mostra i suoi gioielli

La Nazione

Inizia venerdì 16 settembre la kermesse che vede la partecipazione di 65 laboratori di scultura che, ogni anno, richiamano visitatori e turisti
CARRARA Sessantacinque laboratori e 80 artisti per due giorni, e mezzo, di grande festa dedicata alle eccellenze carraresi. Inaugurerà venerdì 16 settembre alle 18 in piazza delle Erbe l’edizione numero dieci di Carrara Studi aperti, una manifestazione che, anno dopo anno, ha conquistato un posto speciale nel cuore di carrarini e visitatori portando sotto i riflettori quel rapporto indissolubile tra la città e l’arte. Per l’inaugurazione ci sarà una grande festa tra musica, arte e la presentazione dei tanti progetti in cantiere dell’associazione ‘Oltre’, la mente di Studi aperti in collaborazione con Carrara Città Creativa dell’Unesco. Si parlerà di ‘Alda la fiaschetta’, la campagna di sensibilizzazione per la tutela delle sorgenti apuane, e poi ancora del primo murales ecologico d’Italia, della partnership con il Mudac nell’ambito del ciclo di workshop a cura dell’Accademia e Maria Rosa Sossai. Sabato 17 e domenica 18 Studi aperti entrerà nel vivo con atelier e laboratori che, dalle 15 fino a sera, apriranno le porte e con visite guidate lungo otto percorsi.

La Nazione


Versilia

L’artista del principe di Monaco esporrà l’anno prossimo Tra gli altri eventi Libropolis, la Polo cup e il Medioevo
PIETRASANTA Dagli scultori coreani ad artisti del calibro di Alfonso Clerici, Gino Diamanti e Bernard Bezzina, quest’ultimo protagonista lo scorso gennaio della visita in città del principe Alberto II di Monaco per visionare le opere realizzata da Bezzina alla Fonderia artistica versiliese e destinate al principato. Sono i nomi di spicco legati alle mostre che la giunta ha fissato fino al 2024 con apposita delibera, limitandosi al momento ai protagonsiti più importanti. Percorsi espositivi che come da tradizione verranno allestiti in piazza Duomo, nel complesso di Sant’Agostino (chiesa e chiostro) e altre location sul territorio da individuare.

Pagina 7 di 1558

La foto notizia

Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti
Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti

Domenica 22 settembre terzo appuntamento della stagione con il ciclo “Dal virtuale al reale”. La visita guidata prevede una prima sosta al MuSA per poi proseguire al Museo dei Bozzetti. Al MuSA visita alla Collezione “Capitani Coraggiosi”, una selezione di opere in gesso provenienti dal Comune di Pietrasanta e concesse in prestito. La selezione fa parte del progetto “Il museo diffuso”, con il quale il Comune, ricercando contenitori sul territorio che ospitino piccole sezioni del museo con bozzetti a tema con il luogo, rende fruibile la sua imponente collezione. Proiezione del documentario in multiproiezione “La voce del marmo“, il film documentario che ripercorre la storia dell’estrazione del marmo nell’area Apuo-versiliese, da Michelangelo fino ai giorni nostri. A seguire, dopo una breve passeggiata visita al Museo dei Bozzetti, un’istituzione unica nel suo genere, nata nel 1984 con l’intento di documentare l’attività degli artisti. Ubicato in un contesto storico-religioso di prestigio, l’istituto raccoglie e ospita 700 bozzetti di sculture di oltre 350 artisti che hanno scelto i laboratori di Pietrasanta e della Versilia per realizzare le proprie opere. Una passeggiata tra viaggio tra le creazioni della scultura contemporanea di tutto il mondo, un percorso alla scoperta del prezioso lavoro degli artigiani. www.museodeibozzetti.it La visita guidata avrà inizio al MuSA in Via Sant’Agostino 61 (angolo Via Garibaldi) alle 17.00, proseguirà al Museo dei Bozzetti in Via Sant’Agostino 1 alle 18.00 e terminerà intorno le 18.45. L’ingresso è gratuito, è gradita la prenotazione PRENOTA QUI DAL VIRTUALE AL REALE | Dal MuSA al Museo dei Bozzetti I campi contrassegnati con * sono obbligatori. Visita "virtuale" al MuSA e a seguire visita "reale" al Museo dei Bozzetti Domenica 22 settembre - dalle 17.00 alle 19.00

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree