patrocinio comune

 

 


cosmave centro servizi

 

Alteta, la frazione sola "Viviamo in mezzo ai TIR"

03 Maggio 2021 K2_ITEM_AUTHOR  Il Tirreno

Il Tirreno

Camminando sul ciglio della strada, ci si sente un po' come ad andare contromano in autostrada.

Sbagliati. In pericolo. I marciapiedi, in questo tratto di città, nemmeno esistono. «Vede, lì c'erano tutti campi una volta», racconta a Il Tirreno Loris Radicchi, 65 anni, nato e cresciuto qui, ad Alteta, unico paese in mezzo a otto chilometri quadrati di zona industriale apuana. Una frazione cresciuta accogliendo gli operai che dagli anni Quaranta scendevano dalla montagna per andare a lavorare nelle fabbriche, luogo di ritrovo e di speranza, poi diventato quartiere dove, come canterebbe De André, il sole del buon Dio non dà i suoi raggi. Oggi, secondo l'osservatorio del mercato immobiliare, è la zona, insieme a quella montana, con i valori delle case più bassi (1.000 euro a metro quadrato; a Ronchi, la zona più cara, costano 3.250 euro). Lì, dove indica Radicchi, lungo una via Dorsale trafficata da tir, c'è un immobile abbandonato da chissà quanti anni. «Ci andavano anche a dormire dentro i senzatetto», racconta lui. In realtà sta gridando: è appena passato un camion con il suo frastuono e la sua nuvola di polvere bianca. «Abbiamo detto tante volte agli enti locali di invitare il proprietario a sistemarlo, ma non è mai stato fatto nulla». Dentro, avvolte dalla cenere di un vecchio incendio, ci sono damigiane di vino, scarpe, cartacce, escrementi e non certo di animali.

Rifondazione comunista: «Asl e Arpat intervengano»

È stata Rifondazione comunista a lanciare l'allarme sullo stato della frazione di Altela. E lo ha fatto con una nota e allegate foto di rifiuti abbandonati lungo la strada, in via Dorsale. «Mentre continuano le operazioni di salvaguardia del decoro per il salotto buono della città - si legge, le periferie sono lasciate al loro destino, senza un minimo di pudore». Secondo Rifondazione «non si tratta di questione di bellezza o di decoro: a nostro parere si tratta di abbandono sanitario. Quando, trovi rifiuti organici e non a bordo strada che sono lì da mesi, a pochi passi da abitazioni e attività commerciali, ti rendi conto che l'oblio delle amministrazioni locali è massimo. Manca soprattutto il rispetto verso cittadini ed operatori economici costretti a vivere in queste condizioni.

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree