patrocinio comune

0

Mostra di ASART a Pietrasanta

Settembre 20th, 2019
"Elogio della fragilità" dal 21 Settembre al 6 Ottobre, sala Grasce ...
0

Portogallo: immersioni in vasca di marmo gigante, ultima frontiera turistica

Settembre 19th, 2019
Chi ama le nuove avventure avrà presto una sfida unica al mondo: ...
0

Saranno premiati sabato 21 settembre i due vincitori della quinta edizione del “Premio Carrara Città Creativa

Settembre 19th, 2019
Saranno premiati sabato 21 settembre i due vincitori della quinta ...
0

Appello dei Borbone «La scultura di Zita rimanga esposta»

Settembre 19th, 2019
PIETRASANTA LA STORIA LA RICHIESTA viene dall’alto, scomodando ...
0

IL PROGRAMMA DEGLI EVENTI DI MARMOMAC 2019

Settembre 18th, 2019
WORKSHOP, CONVEGNI, INCOMING, SPERIMENTAZIONI CON LE UNIVERSITÀ:IN ...
0

Concerto "43a Rassegna Corale Città di Pietrasanta"

Settembre 17th, 2019
Sabato 21 Settembre, alle 2130, presso lo Studio Artistico Cervietti ...
0

Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti

Settembre 16th, 2019
Domenica 22 settembre terzo appuntamento della stagione con il ciclo ...
0

Successo Atchugarry: 36mila visitatori

Settembre 16th, 2019
Sono 36mila i visitatori che hanno ammirato le opere dell’artista ...
0

Cosmave a Verona

Settembre 09th, 2019
Lo stand del consorzio a Marmomac 2019, Padiglione 9 - B13, sarà ...


cosmave centro servizi

 

The Latest

LA SCULTURA come strumento per leggere e scoprire il centro storico. A meno di due anni dalla posa del primo bassorilievo su di un palazzo cittadino il progetto ‘Lacost’vo’ è ormai diventata una realtà con oltre dieci opere sparse sulle facciate di case e negozi cittadini e nel prossimo futuro punta a diventare ancora più grande. Il grande progetto nato da un’idea dell’artista tedesco, ma carrarino d’adozione Frank Breidenbruch, solo negli ultimi mesi ha svelato cinque opere: quella dello scultore Tom’ sul muro dell’ex Svizzerino di via Verdi e poi ancora il lavoro i Erich Frank alla Tavernetta, all’angolo con via Mazzini, la scultura di Cristian Ibanez sulla facciata della pasticceria Caflish e poi ancora il bassorilievo di Stefania Palombo alla pizzeria ‘Tognozzi’ di via Santa Maria e l’ultimo arrivato, la scultura di Giorgio Andrei dai ‘Creativi’ di ponte Baroncino. «In totale sono dieci le opere già posizionate per il centro storico – spiega Breidenbruch – e altrettante le abbiamo già pronte.

La carica dei 108. I big del marmo in trasferta

LA CARICA delle 108 aziende del lapideo alla fiera internazionale di Verona. Marmomac apre i battenti tra una settimana, il 25 settembre (fino al 28) e le nostre aziende sono già attese nella kermesse dedicata al marmo. Gli addetti del mestiere sono curiosi di vedere cosa avranno pensato i nostri imprenditori per lasciare il mondo del design ancora una volta a bocca aperta. Il più importante salone mondiale dedicato a marmi, graniti, tecnologie di lavorazione, design applicato e formazione taglia quest’anno la 54esima edizione, confermandosi l’appuntamento leader per il comparto della pietra naturale. Si tratta di una filiera che nel 2018 ha realizzato a livello globale oltre 18 miliardi di interscambi e vede l’industria italiana ai primi posti per il valore aggiunto della produzione che ha superato l’anno scorso i 4 miliardi di euro, per il 73 per cento realizzati grazie all’export. CON la città orfana di una vera fiera del lapideo, le nostre eccellenze tra sette giorni emigreranno nella kermesse del comparto veneto per affascinare la clientela che arriverà da tutto il mondo per osservare come il marmo possa essere utilizzato non soltanto per fare pavimenti o decorare stanze, ma anche diventare un oggetto di design e strizzare l’occhio alla tecnologia. Tra i padiglioni più attesi di Veronafiere c’è ovviamente il numero 9, ovvero quello dove le aziende del comparto Apuoversiliese si concentrano per dare sfoggio di tutta la loro qualità.

Pietrasanta: i nuovi orari dei musei cittadini

Museo dei Bozzetti: Lunedì 14-19, Martedì a Sabato 9-13, 14-19. Domenica 16-19. La mostra di Acthugarry nel chiostro di S.Agostino fino al 29 Settembre con il seguente orario: Martedì-Giovedì 17-20; Venerrdì 17-23; Sabato 10-13 e 17-23; Domenica 10-13 e 17-20.

tudenti da tutto il mondo per un Simposio di scultura ad Avenza sulla strada Francigena. Saranno sei gli studenti che frequentano l'Accademia di Belle Arti di Carrara, provenienti da più parti del mondo, che lavoreranno in piazza Finelli ad Avenza da sabato 21 fino al 30 settembre, compresi. Le loro opere - di proprietà poi comunale - resteranno sul percorso in maniera permanente. È la prima edizione di "Tracce sulla Francigena", simposio dedicato alla scultura targato dall'Accademia di Belle Arti di Carrara e che, dopo quello di Montignoso, nei prossimi giorni coinvolgerà anche il Comune di Carrara (con l'ausilio della Pro Loco Avenza sulla Francigena).

Bassorilievi e pittura per rilanciare il centro

L'arte, la sua forza, per svegliare la città dal torpore e valorizzare, e ridare listro e linfa vitale ai tanti fondi sfondi sfitti che fanno capolino nel centro storico e nella zona ad est, la ex Montecatini.La Carrara più bella e ricca è stata, come testimonia la storia e le tracce lasciate in città dai grandi maestri del passato, la Carrara in cui pullulavano artisti di ogni nazionalità, mèta di scultori arrivati da ogni parte del mondo, vera linfa per la crescita della città. Da anni ormai il mantra ripetuto all'infinito e per ora rimasto al vento, è di riaprire i laboratori e i tanti fondi sfitti a scultori e ad artisti. E tra chi da tempo si spende in questa direzione, c'è un noto scultore tedesco anche se ormai, dopo più di 30 anni trascorsi a Carrara, più carrarese di molti carraresi: Frank Breindenbruch.

Il colosso del bianco, controllato al 50% dalla famiglia Bin Laden, macina grandi cifre e acquisisce nuove quote di cava
n utile di quasi 4 milioni di euro (3,871milioni per la precisione) alla chiusura del bilancio, il 31 dicembre del 2018. Ancora meglio dell'anno precedente, quando il bilancio si era chiuso con un segno più, per quel che riguarda gli utili, di 2 milioni e 834mila euro.Sono questi i numeri record del colosso del "bianco" apuano, quella Marmi Carrara detenuta per metà del pacchetto azionario da una holding della famiglia Bin Laden a Cpc Marble & Granite Ltd, con sede a Cipro. Il restante 50% è detenuto dalle aziende del lapideo carraresi Franchi, della Franchi Umberto marmi e Rossi, de Il Fiorino.i numeriUn utile di quasi quattro milioni. E un valore a bilancio (considerate le partecipate) di 22 milioni e 759mila euro.La Marmi di Carrara, lo ricordiamo, detiene il 50% di Sam, titolare di una buona fetta (circa un terzo) delle cave di prezioso marmo bianco. E proprio i numeri delle partecipate, riportati nel bilancio del 2018, sono impressionanti. La Sam ha un valore a bilancio (o corrispondente a credito) di 13 milioni 442mila euro.La Marmi Carrara Canalgrande srl di 4 milioni e 521mila euro

Pagina 10 di 514

La foto notizia

Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti
Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti

Domenica 22 settembre terzo appuntamento della stagione con il ciclo “Dal virtuale al reale”. La visita guidata prevede una prima sosta al MuSA per poi proseguire al Museo dei Bozzetti. Al MuSA visita alla Collezione “Capitani Coraggiosi”, una selezione di opere in gesso provenienti dal Comune di Pietrasanta e concesse in prestito. La selezione fa parte del progetto “Il museo diffuso”, con il quale il Comune, ricercando contenitori sul territorio che ospitino piccole sezioni del museo con bozzetti a tema con il luogo, rende fruibile la sua imponente collezione. Proiezione del documentario in multiproiezione “La voce del marmo“, il film documentario che ripercorre la storia dell’estrazione del marmo nell’area Apuo-versiliese, da Michelangelo fino ai giorni nostri. A seguire, dopo una breve passeggiata visita al Museo dei Bozzetti, un’istituzione unica nel suo genere, nata nel 1984 con l’intento di documentare l’attività degli artisti. Ubicato in un contesto storico-religioso di prestigio, l’istituto raccoglie e ospita 700 bozzetti di sculture di oltre 350 artisti che hanno scelto i laboratori di Pietrasanta e della Versilia per realizzare le proprie opere. Una passeggiata tra viaggio tra le creazioni della scultura contemporanea di tutto il mondo, un percorso alla scoperta del prezioso lavoro degli artigiani. www.museodeibozzetti.it La visita guidata avrà inizio al MuSA in Via Sant’Agostino 61 (angolo Via Garibaldi) alle 17.00, proseguirà al Museo dei Bozzetti in Via Sant’Agostino 1 alle 18.00 e terminerà intorno le 18.45. L’ingresso è gratuito, è gradita la prenotazione PRENOTA QUI DAL VIRTUALE AL REALE | Dal MuSA al Museo dei Bozzetti I campi contrassegnati con * sono obbligatori. Visita "virtuale" al MuSA e a seguire visita "reale" al Museo dei Bozzetti Domenica 22 settembre - dalle 17.00 alle 19.00

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree