patrocinio comune

0

Conversazione con l’artista Elena Mutinelli

Luglio 13th, 2020
Conversazione con l’artista Elena MutinelliSecondo e ultimo ...
0

Nuovo appuntamento con i documentari d’arte con la proiezione di Canova

Luglio 06th, 2020
Venerdì 10 luglio alle ore 18:30, un nuovo appuntamento con i ...
0

Il Museo del marmo di nuovo visitabile

Luglio 06th, 2020
La Nazione CULTURA Dopo la pandemia ha riaperto i battenti allo ...
0

Export del marmo in picchiata perché i clienti non possono più venire a toccarlo

Luglio 03rd, 2020
Il settore lapideo come il turismo: lo stop ai voli lo manda in ...
0

Riprende al MuSa il format "Conversazione con l'artista". Protagoniste Flavia Robalo e Veronica Fonzo de La Polveriera

Giugno 29th, 2020
Venerdì 3 Luglio 2020 a partire dalle ore 18:30 presso MuSA - Via ...
0

Le opere di Viale fanno già incetta di like e selfie

Giugno 25th, 2020
La Nazione PIETRASANTA Se anche la mostra avrà lo stesso successo ...
0

FASE 3 Cosa ci lascia di positivo l'emergenza COVID-19?

Giugno 12th, 2020
Dopo l’esperienza storica ed inedita del lockdown, le aziende cercano ...
0

Obbligo di trasparenza sulle erogazioni pubbliche - Segnalazione di Cosmave

Marzo 09th, 2020
Ai sensi dell'art.35, decreto n. 34 del 30.04.19, si segnalano i ...


cosmave centro servizi

 

The Latest

La Nazione

Il Museo Diocesano di Massa apre di nuovo le porte all’arte contemporanea con la mostra retrospettiva “Omne vivum ex ovo” dedicata all’artista Iginio Balderi (Pietrasanta 1934-Milano 2005), sculture riconosciuto a livello internazionale per la ricerca formale sempre all’avanguardia e che ha vissuto tra la Versilia, Milano e gli ultimi anni in Olanda. La mostra sarà aperta da domani, giovedì – inaugurazione alle 21 – fino al 4 ottobre, curata da Mauro Daniele Lucchesi e organizzata dall’Associazione Quattro Coronati di Massa insieme all’Archivio Iginio Balderi.

Fassina vuole revocare la nomina di Massari

La Nazione


Interrogazione del parlamentare di Liberi e Uguali al ministro Manfredi che ricorda anche che il direttore era stato colpito da sanzione disciplinare
CARRARA Accademia senza pace. Fa ancora discutere la conferma di Luciano Massari come direttore di palazzo del Principe. Dopo che lo scorso maggio è arrivata la ratifica della scelta da parte del ministero dopo quasi un anno di attesa, adesso la questione è arrivata in parlamento con un’interorgazione alla Camera presentata da Stefano Fassina di Liberi e Uguali che chiede al ministro Gaetano Manfredi di revocare la nomina. «La nomina spetta al ministro e non può essere considerata un mero atto formale, ma deve tener conto anche di situazioni che potrebbero inficiare la funzionalità delle istituzioni e non garantire la durata del mandato – scrive Fassina nella sia interrogazione al titolare del dicastero dell’Università e della ricerca, Gaetano Manfredi

 Centro storico e la Marina unite in nome dell’arte grazie a “Door release“, scultura realizzata dall’artista Fabio Viale e inaugurata sul pontile di Tonfano. L’opera, in marmo con effetto-polistirolo, raffigura il ’dito di Costantino’,

Il Tirreno


la presentano in parlamento i deputati fassina e fratoianni di liberi e uguali
Un'interrogazione al ministro dell'Università e della Ricerca Gaetano Manfredi porta in parlamento la questione della recente rinomina di Luciano Massari alla direzione dell'Accademia di belle arti. E lo fa chiedendo al ministro di "valutare se esistano i presupposti per revocare la nomina" di Massari, per via deli versamenti arrivati dalla Cina sul contro dell'Accademia "in modo irrituale e non trasparente". A firmare la petizione sono i deputati di Liberi e Uguali Stefano Fassina e Nicola Fratoianni.Nell'interrogazione a risposta scritta al ministro Manfredi i due deputati ripercorrono la storia dell'affare cinese che da qualche tempo ha reso scomoda la posizione di Massari. Proprio nelle rime righe dell'interrogazione, ricordando che le nomine degli istituti di Alta formazione artistica e musicale spettano al ministro, si ricorda che non si può trattare di meri atti formali, ma che bisogna "tener conto anche di situazione che potrebbero inficiare la funzionalità delle istituzioni e non garantire la durata del mandato".Massari è stato nominato il 25 maggio scorso per tre anni ancora, fino al 2022, alla guida dell'Accademia.

Le sculture di Balderi al Diocesano

Il Tirreno


Il Museo Diocesano apre di nuovo le porte all'arte contemporanea con la retrospettiva "Omne vivum ex ovo" dedicata all'artista Iginio Balderi. Sculture riconosciuto a livello internazionale per la ricerca formale, Balderi ha vissuto tra la Versilia, Milano e gli ultimi anni in Olanda. La mostra sarà aperta da domani - inaugurazione alle 21 - fino al 4 ottobre, curata da Mauro Daniele Lucchesi e organizzata dall'Associazione Quattro Coronati, insieme all'Archivio Iginio Balderi. Esposte 15 sculture in bronzo, fibra di vetro e marmo, che ripercorrono la vita artistica dello scultore.

Il Tirreno

Domenica, alcuni ambientalisti del nascente Movimento NoCav, si sono ritrovati sulla vetta del monte Corchia per protestare simbolicamente contro la decisione della Regione Toscana che ha concesso, tramite un bando pubblico, alla Cooperativa Sviluppo e Futuro di Levigliani un finanziamento a fondo perduto per l'acquisto di un fuoristrada con il quale potenzierà le visite dei turisti alla cava Piastraio (in parallelo alle viste all'Antro del Corchia). Secondo i No-Cav le famiglie che lavorano nella Sviluppo e Futuro sono le stesse che lavorano anche alle cave del monte Corchia, sulle quali opera la Coop Condomini di Levigliani. Attività che non è un bene - a loro dire - per il complesso carsico, «datato tra i 960mila e gli 875mila anni fa» che è «preziosissimo». Ha risposto Emiliano Babboni, presidente della Coop Sviluppo e Futuro, che ha già anche parlato telefonicamente con Gianluca Briccolani, rappresentate del movimento NoCav e del Cai Firenze.

Pagina 3 di 869

La foto notizia

Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti
Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti

Domenica 22 settembre terzo appuntamento della stagione con il ciclo “Dal virtuale al reale”. La visita guidata prevede una prima sosta al MuSA per poi proseguire al Museo dei Bozzetti. Al MuSA visita alla Collezione “Capitani Coraggiosi”, una selezione di opere in gesso provenienti dal Comune di Pietrasanta e concesse in prestito. La selezione fa parte del progetto “Il museo diffuso”, con il quale il Comune, ricercando contenitori sul territorio che ospitino piccole sezioni del museo con bozzetti a tema con il luogo, rende fruibile la sua imponente collezione. Proiezione del documentario in multiproiezione “La voce del marmo“, il film documentario che ripercorre la storia dell’estrazione del marmo nell’area Apuo-versiliese, da Michelangelo fino ai giorni nostri. A seguire, dopo una breve passeggiata visita al Museo dei Bozzetti, un’istituzione unica nel suo genere, nata nel 1984 con l’intento di documentare l’attività degli artisti. Ubicato in un contesto storico-religioso di prestigio, l’istituto raccoglie e ospita 700 bozzetti di sculture di oltre 350 artisti che hanno scelto i laboratori di Pietrasanta e della Versilia per realizzare le proprie opere. Una passeggiata tra viaggio tra le creazioni della scultura contemporanea di tutto il mondo, un percorso alla scoperta del prezioso lavoro degli artigiani. www.museodeibozzetti.it La visita guidata avrà inizio al MuSA in Via Sant’Agostino 61 (angolo Via Garibaldi) alle 17.00, proseguirà al Museo dei Bozzetti in Via Sant’Agostino 1 alle 18.00 e terminerà intorno le 18.45. L’ingresso è gratuito, è gradita la prenotazione PRENOTA QUI DAL VIRTUALE AL REALE | Dal MuSA al Museo dei Bozzetti I campi contrassegnati con * sono obbligatori. Visita "virtuale" al MuSA e a seguire visita "reale" al Museo dei Bozzetti Domenica 22 settembre - dalle 17.00 alle 19.00

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree