patrocinio comune

0

Proroga delle restrizioni fino al 13 aprile, l'Italia si sta giocando il futuro dell'economia nazionale

Aprile 01st, 2020
COMUNICATO STAMPA DEL 1° APRILE 2020  Proroga delle restrizioni fino ...
0

Artigianato, corsi universitari on line per far crescere le imprese in vista della ripartenza

Marzo 31st, 2020
Il progetto nasce da un accordo fra Artex e Universitas Mercatorum, ...
0

Obbligo di trasparenza sulle erogazioni pubbliche - Segnalazione di Cosmave

Marzo 09th, 2020
Ai sensi dell'art.35, decreto n. 34 del 30.04.19, si segnalano i ...


cosmave centro servizi

 

The Latest

«Le aziende non resisteranno a lungo»

L’appello del direttore di Confindustria Ricci a trovare liquidità per le imprese in grave difficoltà

CARRARA «Non è il tempo delle polemiche, ma di liquidità per far stare in piedi le nostre aziende». Questo l’appello lanciato da Alberto Ricci, presidente di Confindustria Livorno Massa Carrara. Questa inevitabile stretta che sta coinvolgendo tutta l’Italia, che vede molte aziende chiuse , sta pesando sul destino delle aziende della provincia.

La proposta di giovanni frediani
Parte dall'ex consigliere comunale ed ex presidente della società Atletico Carrara Giovanni Frediani l'idea di far realizzare un'opera di marmo in memoria di tutte le vittime del coronavirus e per gli operatori sanitari in prima linea. «Sono in casa in un dolore infinito - dice Frediani - le notizie che ci arrivano ogni momento del giorno non sono altro che bollettini di guerra.

Dalla Fondazione marmo in dono due ambulanze

LA SOLIDARIETà
«Arriveranno entro una decina di giorni due ambulanze alla Pubblica Assistenza donate dalla Fondazione Marmo. Serviranno per dare una mano, per implementare il nostro impegno quotidiano sul fronte Covid-19». Ad annunciarlo è direttamente il presidente della Pubblica Assistenza di Carrara Fabrizio Giromella che ha voluto ringraziare la Fondazione Marmo Onlus per la donazione dei due mezzi con una lettera con la dicitura "Dono per la campagna Covid19". Un ringraziamento perché, ci ripete Giromella, «noi stiamo andando avanti: abbiamo implementato vari servizi, dalle spese a domicilio alle consegne di medicinali, passando per il servizio di ascolto e quello dedicato agli amici a quattro zampe. Siamo intenzionati a portare avanti ciò di cui la popolazione ha bisogno».


COMUNICATO STAMPA DEL 31 MARZO 2020

Una delle criticità più importanti per la gestione di questo periodo difficile è la disponibilità di liquidità per poter anticipare gli importi della cassa integrazione, sia ordinaria che in deroga, e del Fondo di integrazione salariale, attivati con la motivazione Covid-19. Un aiuto importante verrà dall'accordo definito fra Ministero del lavoro, Abi, sindacati e associazioni datoriali, fra cui Confindustria. Grazie all'accordo, stipulato questa notte, i lavoratori a cui sono stati concessi gli ammortizzatori sociali potranno ricevere dalle banche un'anticipazione degli importi a loro dovuti, in attesa del pagamento da parte dell'Inps. Può quindi venire meno, per questo aspetto, la funzione delle imprese, talvolta chiamate ad anticipare esse stesse i trattamenti economici a favore dei lavoratori. In questo momento di ricavi ridotti o nulli e di carenza di liquidità, la possibilità per i lavoratori di ricorrere alle banche è quindi particolarmente utile ai lavoratori stessi e alle imprese, che possono avere difficoltà a rispondere a richieste in tal senso.

L'importo massimo dell'anticipazione è, nel caso di integrazione a zero ore, di 1.400 euro, per le 9 settimane previste dal Decreto Cura Italia. Le pratiche con le banche potranno essere effettuate anche da remoto, senza la necessità di recarsi di persona in filiale.

Con l'occasione si è anche rinnovata, alle condizioni precedentemente pattuite, la convenzione del 2009 per l'anticipo dei trattamenti di cassa integrazione straordinaria.

Confindustria Toscana Nord esprime soddisfazione per l'accordo raggiunto con Abi, che rappresenta un primo importante segnale di attenzione verso le imprese da parte del mondo bancario, chiamato a svolgere un ruolo di primaria importanza nella crisi provocata dalla pandemia da coronavirus.

L'analisi del tributarista Giulio Andreani sugli effetti
della pandemia nell'economia della provincia apuana

I settori I centri di ricerca nazionali e internazionali prevedono una riduzione del prodotto interno lordo dell'anno stimata tra il 6,5% e l'11%, a seconda dell'evoluzione della pandemia, per l'Italia, del 5,1% a livello europeo e dell'1,6 a livello mondiale (nel 2008/2009 fu dello 0,4%), mentre quella del commercio internazionale è calcolata sul 9,4%. Il marmo. Gli effetti della pandemia saranno diversi anche all'interno dello stesso settore lapideo, perché le aziende di trasformazione saranno colpite più duramente di quelle di escavazione, a causa della loro diversa struttura dei costi e della diversa incidenza dei costi fissi rispetto al valore della produzione.

«Stralcio del 20% dei debiti e dilazione di 21 anni per i residui»
Il tributarista Giulio Andreani ha fatto anche il lpunto sulle scadenza giscali.«Sul fronte fiscale è necessario un periodo di sospensione dei pagamenti di alcuni mesi, seguito da ampie dilazioni di pagamento delle imposte dovute in base alle dichiarazioni, con l'applicazione di un regime speciale per le situazioni più critiche.

Confindustria
L'appello di Alberto Ricci (Presidente Confindustria Livorno Massa Carrara): «Cruciale il tema della liquidità. Ora servono misure più forti e fermiamo le polemiche per rispetto verso tutti».«Ancora una volta le parole del presidente della Repubblica Mattarella hanno colto nel segno e le condividiamo pienamente: mai come oggi occorre dimostrare responsabilità nelle parole e nelle azioni. Questo è il momento della coesione, del coraggio, delle azioni, dell'unità sia nelle parole che nei comportamenti. Non è tempo di polemiche, di strumentalizzazioni tantomeno di eccessi nel linguaggio, oltremodo ingenerosi verso la categoria imprenditoriale che sta responsabilmente affrontando, insieme a tutti, la peggiore crisi sanitaria ed economica dal dopoguerra- scrive in una nota Ricci - La salute e la sicurezza dei nostri lavoratori vengono prima di tutto, da sempre».

Pagina 3 di 750

La foto notizia

Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti
Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti

Domenica 22 settembre terzo appuntamento della stagione con il ciclo “Dal virtuale al reale”. La visita guidata prevede una prima sosta al MuSA per poi proseguire al Museo dei Bozzetti. Al MuSA visita alla Collezione “Capitani Coraggiosi”, una selezione di opere in gesso provenienti dal Comune di Pietrasanta e concesse in prestito. La selezione fa parte del progetto “Il museo diffuso”, con il quale il Comune, ricercando contenitori sul territorio che ospitino piccole sezioni del museo con bozzetti a tema con il luogo, rende fruibile la sua imponente collezione. Proiezione del documentario in multiproiezione “La voce del marmo“, il film documentario che ripercorre la storia dell’estrazione del marmo nell’area Apuo-versiliese, da Michelangelo fino ai giorni nostri. A seguire, dopo una breve passeggiata visita al Museo dei Bozzetti, un’istituzione unica nel suo genere, nata nel 1984 con l’intento di documentare l’attività degli artisti. Ubicato in un contesto storico-religioso di prestigio, l’istituto raccoglie e ospita 700 bozzetti di sculture di oltre 350 artisti che hanno scelto i laboratori di Pietrasanta e della Versilia per realizzare le proprie opere. Una passeggiata tra viaggio tra le creazioni della scultura contemporanea di tutto il mondo, un percorso alla scoperta del prezioso lavoro degli artigiani. www.museodeibozzetti.it La visita guidata avrà inizio al MuSA in Via Sant’Agostino 61 (angolo Via Garibaldi) alle 17.00, proseguirà al Museo dei Bozzetti in Via Sant’Agostino 1 alle 18.00 e terminerà intorno le 18.45. L’ingresso è gratuito, è gradita la prenotazione PRENOTA QUI DAL VIRTUALE AL REALE | Dal MuSA al Museo dei Bozzetti I campi contrassegnati con * sono obbligatori. Visita "virtuale" al MuSA e a seguire visita "reale" al Museo dei Bozzetti Domenica 22 settembre - dalle 17.00 alle 19.00

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree