patrocinio comune

0

Emergenza Covid, sul NOVE (canale del gruppo Discovery Italia) un video dedicato a Carrara e all'impegno della Fondazione Marmo

Maggio 29th, 2020
Oltre un milione di euro raccolti. La Fondazione: «Rimarremo al ...
0

"ICT non è roba da donne?"

Maggio 29th, 2020
 Il giorno 04 giugno a partire dalle ore 10.00 si terrà un webinar in ...
0

Contagi Covid-19 fra i lavoratori, no alla responsabilità delle imprese in caso di applicazione dei protocolli

Maggio 27th, 2020
COMUNICATO STAMPA DEL 27 MAGGIO 2020 Una misura di elementare ...
0

IL FONDO PERDUTO PER L'EXPORT

Maggio 26th, 2020
E' prevista per la metà di giugno la possibilità di presentare ...
0

Mostra "Pine Needles" di PRASTO a Pietrasanta

Maggio 25th, 2020
Da venerdi 22 maggio a domenica 21 giugno 2020 sarà visitabile ...
0

Insieme ce la faremo Il numero di Aprile del periodico del consorzio

Aprile 28th, 2020
La progettazione, l’impaginazione grafica e la pubblicazione di un ...
0

Obbligo di trasparenza sulle erogazioni pubbliche - Segnalazione di Cosmave

Marzo 09th, 2020
Ai sensi dell'art.35, decreto n. 34 del 30.04.19, si segnalano i ...


cosmave centro servizi

 

The Latest

Messa per D'Angiolo

Monsignor Danilo D’Angiolo, fratello di Vando D’Angiolo scomparso il 27 dicembre, ringrazia «le moltissime persone che per la circostanza dolorosa sono state vicine in vari modi alla nostra famiglia». Una messa nel settimo giorno si svolgerà domani nella Chiesa di San Francesco a Vittoria Apuana, alle 1800.

«Averlo indicato come amministratore unico Il solito carrozzone»
Fratelli d’Italia attacca la giunta regionale e il presidente Rossi per aver indicato come prossimo amministratore unico del consorzio Zia apuano Norberto Petriccioli. «Una figura non nuova nel panorama istituzionale – sostiene Fd’I –. Petriccioli è stato capo di gabinetto delle amministrazioni provinciali dal 2003 al 2016 con Osvaldo Angeli e Narciso Buffoni presidenti, non proprio il meglio per le sorti della nostra provincia.

Massa, approvata la delibera comunale che rimette mano ai Piani attuativi dei bacini (Pabe). Ulteriori ricerche del Centro di GeoTecnologie di Siena
Nuove indagini sui bacini estrattivi massesi, per conoscere meglio il territorio, i versanti e le ricchezze delle montagne e magari per «la pianificazione di nuove attività estrattive nel Comune di Massa». E’ questo il contenuto di una recente delibera di giunta, approvata nella seduta del 23 dicembre e pubblicata all’albo pretorio per l’ultimo dell’anno: una decisione presa dall’amministrazione (sarebbe stato assente alla votazione il solo assessore alle attività produttive, Paolo Balloni) che rimette quindi mano ai Piani attuativi dei bacini estrattivi (Pabe) di Massa, assegnando un’estensione del precedente incarico di elaborazione dei documenti sempre al Centro di GeoTecnologie dell’Università di Siena a fronte di una ulteriore spesa di circa 49mila euro.

Ambiente, lavoro, sfruttamento, sicurezza, profitto, inquinamento, esternalità negative, legalità, connivenze ... e soprattutto acqua, quale ricchezza di questo territorio e “diritto umano universale e fondamentale”, così come sancito dalla risoluzione Onu del 2010. Questi i temi sui quali Alberto Grossi, con il cortometraggio “Cave Cavem”, continua il suo viaggio, mai solitario, per denunciare e sollecitare una riflessione collettiva sullo sfruttamento del bacino marmifero apuano. Presentato con successo lo scorso novembre nella suggestiva cornice del Maschio Angioino nel quadro dell’XI edizione del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli, “Cave Cavem” è una circostanziata ricostruzione del progressivo passaggio socioeconomico e ambientale dall’età del martello e scalpello a quella del filo diamantato, dall’età del marmo degli scultori all’étà della marmettola, degli scarti, del carbonato di calcio e del marmo per i bagni degli emiri.


Lo denunciano Fridays For Future Carrara, Casa Rossa Occupata e #Athamant «Cinque tonnellate all’anno»
MASSA CARRARA «La distruzione non è arte, è solo polvere. Negli ultimi 30 anni è stata asportata una quantità di montagna superiore a quella escavata nei 2000 anni di storia precedenti, con un ritmo incessante, circa 5 milioni di tonnellate l’anno, una quantità equivalente alla vicina Isola Palmaria, o al volume di 57 Torri di Pisa». Lo affermano le associazioni Casa Rossa Occupata, Fridays For Future-Carrara e #Athamant che domani saranno alla manifestazione.

Massa, corteo per dire «basta alle cave»


E’ in programma domani, alle ore 16, dal Tribunale al Comune. «No a nuove aperture, concessioni e autorizzazioni da rivedere»

La foto notizia

Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti
Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti

Domenica 22 settembre terzo appuntamento della stagione con il ciclo “Dal virtuale al reale”. La visita guidata prevede una prima sosta al MuSA per poi proseguire al Museo dei Bozzetti. Al MuSA visita alla Collezione “Capitani Coraggiosi”, una selezione di opere in gesso provenienti dal Comune di Pietrasanta e concesse in prestito. La selezione fa parte del progetto “Il museo diffuso”, con il quale il Comune, ricercando contenitori sul territorio che ospitino piccole sezioni del museo con bozzetti a tema con il luogo, rende fruibile la sua imponente collezione. Proiezione del documentario in multiproiezione “La voce del marmo“, il film documentario che ripercorre la storia dell’estrazione del marmo nell’area Apuo-versiliese, da Michelangelo fino ai giorni nostri. A seguire, dopo una breve passeggiata visita al Museo dei Bozzetti, un’istituzione unica nel suo genere, nata nel 1984 con l’intento di documentare l’attività degli artisti. Ubicato in un contesto storico-religioso di prestigio, l’istituto raccoglie e ospita 700 bozzetti di sculture di oltre 350 artisti che hanno scelto i laboratori di Pietrasanta e della Versilia per realizzare le proprie opere. Una passeggiata tra viaggio tra le creazioni della scultura contemporanea di tutto il mondo, un percorso alla scoperta del prezioso lavoro degli artigiani. www.museodeibozzetti.it La visita guidata avrà inizio al MuSA in Via Sant’Agostino 61 (angolo Via Garibaldi) alle 17.00, proseguirà al Museo dei Bozzetti in Via Sant’Agostino 1 alle 18.00 e terminerà intorno le 18.45. L’ingresso è gratuito, è gradita la prenotazione PRENOTA QUI DAL VIRTUALE AL REALE | Dal MuSA al Museo dei Bozzetti I campi contrassegnati con * sono obbligatori. Visita "virtuale" al MuSA e a seguire visita "reale" al Museo dei Bozzetti Domenica 22 settembre - dalle 17.00 alle 19.00

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree