patrocinio comune

0

Confindustria Massa Carrara: "Perché Legambiente sbaglia"

Agosto 06th, 2020
Il Piano regionale cave prende atto della realtà, nessuna cessione a ...
0

Analisi chimiche dei rifiuti da conferire per gli associati

Agosto 06th, 2020
Ilaria Paolicchi, responsabile del laboratorio di Chemical Controls ...
0

Verona scegli Cosmave per presentare la fiera alle aziende toscane

Agosto 06th, 2020
Marmomac, la fiera di Verona, sceglie Cosmave e il MuSa per ...
0

FASE 3 Cosa ci lascia di positivo l'emergenza COVID-19?

Giugno 12th, 2020
Dopo l’esperienza storica ed inedita del lockdown, le aziende cercano ...
0

Obbligo di trasparenza sulle erogazioni pubbliche - Segnalazione di Cosmave

Marzo 09th, 2020
Ai sensi dell'art.35, decreto n. 34 del 30.04.19, si segnalano i ...


cosmave centro servizi

 

The Latest

QUEI BENI ESTIMATI USCITI DAI RADAR

Zitti zitti, da tema chiave della campagna elettorale infuocata del 2017, i beni estimati sono usciti dai radar. Non solo dell'amministrazione De Pasquale per la verità. La stessa Legambiente, che il 21 aprile 2017 e il 3 marzo 2020 ha prodotto due ampi documenti quasi gemelli almeno nel titolo, "Nuovo regolamento agri marmiferi, fermatevi!", tre anni fa metteva i beni estimati al primo capitolo affrontato, sostenendo che occorreva valutare attentamente la possibilità di esercitare appieno la potestà regolamentare conferita dalla legge mineraria direttamente al Comune (e non alla Regione) per riaffermare la proprietà comunale dei beni estimati; e che comunque il Comune (giunta di Angelo Zubbani) confermava di meritare il rimprovero di "Plurisecolari inefficienze dell'amministrazione" mosso dalla Corte costituzionale nel 2016.

(continua a leggere su La Nazione)

Il confronto sul regolamento del marmo, anche gli imprenditori insoddisfatti su durata delle concessioni e lavorazione in loco


«Icoterms 2020» e «Brexit: scenari, impatto, problemi e prospettive per le aziende». Questi i titoli dei dibattiti dell’evento che è stato organizzato per il 18 marzo dalle 9 alle 13 alla Camera di commercio. Si tratta di un seminario gratuito che si terrà alla sala rossa dell’istituto in piazza II Giugno. L’evento è stato organizzato dall’Agenzia dogane e all’ufficio territoriale degli spedizionieri doganali di Firenze.

Una mano dai privati per far rinascere le sculture del nostro territorio. Il Comune, con l’obiettivo di migliorare la qualità e il decoro urbano, si rivolge ai privati interessati a finanziare, o realizzare direttamente, interventi di restauro e pulizia delle opere d’arte presenti nelle strade e piazze del territorio comunale. Il privato interessato può scegliere due diverse modalità di sponsorizzazione: “sponsorizzazione finanziaria”, relativa al solo finanziamento dell’intervento, con erogazione di una somma di denaro al Comune, oppure “sponsorizzazione tecnica”, di natura esecutiva, relativa anche alla realizzazione dell’intervento oltre che al finanziamento dello stesso.


Il documento riguarda l’uso di esplosivi in cava, l’avanzamento al monte, l’utilizzo del filo diamantato
CARRARA Cave e lapideo, approvate le linee di indirizzo per l’utilizzo della macchina tagliatrice a filo diamantato. Il documento, approvato in una delle ultime sedute della giunta, va a integrare e a completare le linee di indirizzo per l’uso degli esplosivi in cava, l’avanzamento al monte, il sezionamento e la riquadratura, nell’ambito del piano straordinario per la sicurezza nella lavorazione del marmo, nel distretto Apuo-Versiliese.

«La mostra di Canova ha avuto 5.500 visitatori in sette mesi: un fallimento». Ne è sicuro il Pd cittadino che non perde occasione per attaccare l’assessore alla Cultura Federica Forti in merito alla mostra in corso al Carmi dalla scorsa estate. «La cultura e l’arte non si misurano con i numeri o il denaro. Siamo d’accordo, e come non esserlo – esordiscono da via Groppini -, ma il dibattito su come si spendono i denari pubblici, anche con riguardo al tema delle mostre temporanee e alla loro qualità, è altra cosa. Per questo 5.500 visitatori in 7 mesi sono un fallimento. Inoltre, perché protrarre questa mostra così a lungo? Si metta il cuore in pace, assessore, in Italia si tengono migliaia di mostre ogni anno, alcune sono buone, altre sono fallimenti. 

La foto notizia

Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti
Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti

Domenica 22 settembre terzo appuntamento della stagione con il ciclo “Dal virtuale al reale”. La visita guidata prevede una prima sosta al MuSA per poi proseguire al Museo dei Bozzetti. Al MuSA visita alla Collezione “Capitani Coraggiosi”, una selezione di opere in gesso provenienti dal Comune di Pietrasanta e concesse in prestito. La selezione fa parte del progetto “Il museo diffuso”, con il quale il Comune, ricercando contenitori sul territorio che ospitino piccole sezioni del museo con bozzetti a tema con il luogo, rende fruibile la sua imponente collezione. Proiezione del documentario in multiproiezione “La voce del marmo“, il film documentario che ripercorre la storia dell’estrazione del marmo nell’area Apuo-versiliese, da Michelangelo fino ai giorni nostri. A seguire, dopo una breve passeggiata visita al Museo dei Bozzetti, un’istituzione unica nel suo genere, nata nel 1984 con l’intento di documentare l’attività degli artisti. Ubicato in un contesto storico-religioso di prestigio, l’istituto raccoglie e ospita 700 bozzetti di sculture di oltre 350 artisti che hanno scelto i laboratori di Pietrasanta e della Versilia per realizzare le proprie opere. Una passeggiata tra viaggio tra le creazioni della scultura contemporanea di tutto il mondo, un percorso alla scoperta del prezioso lavoro degli artigiani. www.museodeibozzetti.it La visita guidata avrà inizio al MuSA in Via Sant’Agostino 61 (angolo Via Garibaldi) alle 17.00, proseguirà al Museo dei Bozzetti in Via Sant’Agostino 1 alle 18.00 e terminerà intorno le 18.45. L’ingresso è gratuito, è gradita la prenotazione PRENOTA QUI DAL VIRTUALE AL REALE | Dal MuSA al Museo dei Bozzetti I campi contrassegnati con * sono obbligatori. Visita "virtuale" al MuSA e a seguire visita "reale" al Museo dei Bozzetti Domenica 22 settembre - dalle 17.00 alle 19.00

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree