patrocinio comune

 

 


cosmave centro servizi

 

The Latest

La Nazione

Si chiude dopo cinque anni la causa sulla cava contro Franca Leverotti e il Grig Respinta la richiesta di risarcimento da 5,5 dell’allora sindaco Mario Puglia

MASSA «Giustizia è fatta, dopo 5 anni. E’ una sentenza che rappresenta una vittoria anche per gli ambientalisti tutti perché al di là del contenuto personale traccia il cortile entro cui dobbiamo tenerci e muoverci per segnalare quello che non va ed evitare denunce di calunnia». Si affida a poche parole Franca Leverotti, ambientalista massese nota per le battaglie legate al mondo del lapideo sulle Apuane, per commentare la decisione del giudice del tribunale di Massa, Giovanni Maddaleni, che martedì potrebbe aver messo la parola fine alla causa civile aperta nel 2018 dall’ex sindaco di Vagli, Mario Puglia, in conto proprio e per il Comune che rappresentava come primo cittadino. L’accusa rivolta a Leverotti e al Gruppo di intervento giuridico, Grig Onlus, era di diffamazione e di aver procurato un enorme danno d’immagine al sindaco e al Comune di Vagli. La richiesta: un risarcimento di ben 5,5 milioni di euro. Cifra spropositata.

La Nazione

PIETRASANTA di Daniele Masseglia Il primo tassello fu raccontato dal nostro giornale il 1° luglio 2021 dopo la visita in città – avvenuta il giorno prima – del direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt, accolto dal sindaco con delega alla cultura Alberto Giovannetti (nella foto) insieme al suo staff. Ora, a distanza di un anno, è arrivata la notizia che in Comune attendevano con trepidazione: Firenze ha accettato la candidatura di Pietrasanta e la città, pertanto, verrà inserita nel circuito internazionale degli “Uffizi Diffusi“ ospitando il prossimo inverno alcuni capolavori del prestigioso museo fiorentino insieme ad opere forgiate nella Piccola Atene.

La Nazione


Seravezza progressista evidenzia la responsabilità di «un atto di coscienza»
SERAVEZZA Ieri sera in consiglio comunale è stato illustrato l’accordo transattivo in merito alla causa pendente, in corso di appello a Roma, tra la società Henraux, il Comune e la Regione. «I consiglieri, soprattutto di maggioranza – tuona il coordinamento di Seravezza progressista – sono chiamati ad un atto di coraggio, votando contro un delega a proseguire senza la volontà dell’Asbuc ad un accordo con la società».

Il Museo Guadagnucci abbatte le barriere

La Nazione

Progetto da 370mila euro per rendere più accessibile la struttura, dal punto di vista fisico e cognitivo. Si punta sulle risorse del Pnrr
MASSA Il Museo Guadagnucci vuole essere sempre più accessibile a tutti, privarsi di ogni sovrastruttura non essenziale che ne limiti la fruizione da parte di un pubblico quanto più vasto possibile. Addio alle barriere. Quelle fisiche, certo, ma anche quelle cognitive per creare uno spazio a misura di ogni uomo in cui l’arte sia davvero a disposizione di tutti. E’ questo l’obiettivo che si propone l’amministrazione comunale di Massa con un progetto da 370mila euro, approvato per ora in linea tecnica, da finanziare se possibile tramite il Piano nazionale di ripresa e resilienza. All’interno della misura inserita nel Pnrr il Governo vuole intervenire su ben 617 luoghi della cultura a livello nazionale e a disposizione della linea dedicata alla rimozione delle barriere fisiche e cognitive ci sono 300 milioni di euro. Qui si inserisce il progetto del Comune dedicato al Museo Guadagnucci. L’obiettivo è chiaro: renderlo maggiormente accessibile, fruibile e inclusivo.

La Nazione

La testimonianza
Una grande passione che lo portò a lasciare gli affetti familiari per seguire un sogno
Mario Tapia ha deciso, quando era ancora giovanissimo, di lasciare la sua famiglia per cercare un futuro migliore in Italia. Abitava nella foresta ecuadoregna: un frate lo notò e decise di dargli una mano per cambiargli la vita
Un frate pagò viaggio e iscrizione all’Accademia al giovane Tapia. Ora porterà 10 blocchi di marmo da scolpire
di Daniele Rosi CARRARADieci blocchi di marmo in partenza con destinazione Ecuador. Un viaggio transatlantico di oltre 10mila chilometri fino al Sud America, che porterà il marmo di Carrara nella città costiera di Manta, dove sarà lavorato per ottenerne dieci sculture successivamente installate in maniera permanente sul posto. L’iniziativa rientra nel programma del centenario della cantonizzazione della città ecuadoregna il 4 novembre prossimo, e per l’occasione l’amministrazione locale di Manta ha deciso di utilizzare il marmo apuano e affidare l’incarico di supervisore allo scultore ecuadoregno Mario Tapia.

La Nazione


Perfomance live di Elisabetta Rogai al Ristobeach di Stefano Fassina unisce due eccellenze. Patrocinio dell’assessorato alla cultura
MASSA Il marmo diventa una tela da dipingere con il vino, per sposare due prodotti del territorio. E a farlo sarà l’artista Elisabetta Rogai. L’appuntamento è per mercoledì 17 alle 19 al “Ristobeach“. E l’iniziativa nasce proprio da un’idea di Stefano Fassina, lo chef gourmet del “RistoBeach della Riviera“, condivisa da Nadia Marnica, assessore alla cultura del Comune di Massa. Non è la prima volta che Elisabetta Rogai propone un abbinamento insolito. Stavolta sono marmo e vino: il marmo diventa tela e il vino colori.

Pagina 1 di 1544

La foto notizia

Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti
Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti

Domenica 22 settembre terzo appuntamento della stagione con il ciclo “Dal virtuale al reale”. La visita guidata prevede una prima sosta al MuSA per poi proseguire al Museo dei Bozzetti. Al MuSA visita alla Collezione “Capitani Coraggiosi”, una selezione di opere in gesso provenienti dal Comune di Pietrasanta e concesse in prestito. La selezione fa parte del progetto “Il museo diffuso”, con il quale il Comune, ricercando contenitori sul territorio che ospitino piccole sezioni del museo con bozzetti a tema con il luogo, rende fruibile la sua imponente collezione. Proiezione del documentario in multiproiezione “La voce del marmo“, il film documentario che ripercorre la storia dell’estrazione del marmo nell’area Apuo-versiliese, da Michelangelo fino ai giorni nostri. A seguire, dopo una breve passeggiata visita al Museo dei Bozzetti, un’istituzione unica nel suo genere, nata nel 1984 con l’intento di documentare l’attività degli artisti. Ubicato in un contesto storico-religioso di prestigio, l’istituto raccoglie e ospita 700 bozzetti di sculture di oltre 350 artisti che hanno scelto i laboratori di Pietrasanta e della Versilia per realizzare le proprie opere. Una passeggiata tra viaggio tra le creazioni della scultura contemporanea di tutto il mondo, un percorso alla scoperta del prezioso lavoro degli artigiani. www.museodeibozzetti.it La visita guidata avrà inizio al MuSA in Via Sant’Agostino 61 (angolo Via Garibaldi) alle 17.00, proseguirà al Museo dei Bozzetti in Via Sant’Agostino 1 alle 18.00 e terminerà intorno le 18.45. L’ingresso è gratuito, è gradita la prenotazione PRENOTA QUI DAL VIRTUALE AL REALE | Dal MuSA al Museo dei Bozzetti I campi contrassegnati con * sono obbligatori. Visita "virtuale" al MuSA e a seguire visita "reale" al Museo dei Bozzetti Domenica 22 settembre - dalle 17.00 alle 19.00

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree