patrocinio comune

0

INSIEME PER LA CULTURA DELLA SICUREZZA

Febbraio 19th, 2020
Adattare il lavoro alla persona è il principio alla base della tutela ...
0

La legge sui Beni Estimati è una falsa soluzione

Febbraio 17th, 2020
di Erich Lucchetti, presidente degli industriali di Massa Carrara ...
0

In distribuzione il numero di Febbraio del periodico del consorzio

Febbraio 14th, 2020
Lo staff della redazione va ancora ala ricerca dei tesori ...
0

Carrara è la migliore destinazione creativa dell'anno

Febbraio 14th, 2020
 Carrara vince il premio della sesta edizione dei Creative Tourism ...
0

Sostegno all'export - Un programma gratuito di aiuto alle imprese esportatrici che esportano occasionalmente o che ancora non esportano

Febbraio 13th, 2020
Ha preso il via il progetto Sostegno Export Italia: iniziativa volta ...
0

A Carrara statue in marmo rotolano giù dalle cave per diventare opere d'arte

Febbraio 13th, 2020
Saranno in mostra alla Galleria Poggiali di Firenze dal 22 febbraio ...


cosmave centro servizi

 

Redazione

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

A Pietrasanta l'alpinista Briccolani racconta le emergenze del nostro territorio.

Già incaricato l'ingegner Luca Fantini di Ripa come tecnico che coordinerà lo sportello finalizzato al controllo e sostegno del settore.

di Erich Lucchetti, presidente degli industriali di Massa Carrara

Gentile Sindaco,

dato che in questi giorni è stata posta molta enfasi sull'opportunità che sia avviato al più presto l’iter legislativo per una legge che qualifichi i beni estimati come beni appartenenti al patrimonio indisponibile del Comune di Carrara, sulla base di una iniziativa legislativa promossa dal Consiglio Regionale della Toscana, e dato che anche Lei ha voluto sollecitare il Parlamento in tal senso con una propria lettera indirizzata a Deputati e Senatori, mi pare corretto per prima cosa ricordare che una eventuale legge statale, che riconduca i beni estimati al patrimonio indisponibile del Comune, porrà inevitabili e seri dubbi di costituzionalità.

I beni estimati infatti sono stati regolarmente acquistati con atti notarili e addirittura nell'ambito di procedure esecutive o fallimentari gestite dalla Magistratura. Ciò è riconosciuto nella stessa sentenza della Corte Costituzionale, dove si afferma che è un dato incontrovertibile che nel diritto vivente i beni estimati sono sempre stati trattati, anche dal Comune di Carrara, come beni privati. Inoltre, la Corte Costituzionale si è limitata ad affermare che la Regione non aveva competenza ad emanare una norma di interpretazione autentica in una materia, quale quella della proprietà, che appartiene all'ordinamento civile, ed è affidata quindi alla esclusiva competenza statale.

Quindi la Corte non ha mai detto o scritto di ritenere possibile e legittima una norma statale che, senza alcun indennizzo, espropri di fatto dei beni privati, cioè i beni cosiddetti estimati. Cioè s'è voluto scambiare una sentenza in cui la Corte Costituzionale afferma una incompetenza regionale per una implicita autorizzazione al legislatore statale a sottrarre i beni estimati a chi li ha regolarmente acquistati.

Del resto per il nostro Diritto e per la nostra Costituzione il compito di risolvere controversie, anche sul diritto di proprietà, è affidato alla Magistratura. In più non va mai dimenticato che anche a livello europeo la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha escluso la possibilità di sottrarre beni di fronte a prassi consolidate e addirittura in casi in cui non si trattava di proprietà, ma di altri diritti assimilabili. Ciò significa che una legge statale ad hoc sui Beni Estimati sarà una falsa soluzione del problema, e rischierà di creare confusione e incertezza finché non sarà travolta da una sentenza che ne dichiari l’evidente incostituzionalità.

Dopo il TAR anche il Consiglio di Stato dà ragione al Comune che aveva stralciato il project financing. Niente da fare per l'imprenditore edile Stefano Varia che aveva progettato la riqualificazione urbanistica dell'area.

 Carrara vince il premio della sesta edizione dei Creative Tourism Awards, come migliore destinazione creativa dell'anno. Erano 97 le destinazioni  di tutto il mondo candidate. Si tratta di un grande volano per incentivare le presenze turistiche in città. Il Premio è stato presentato ieri dagli assessori Federica Forti e Giovanni Macchiarini. «Si tratta di un prestigioso attestato che dimostra che siamo sulla strada giusta commenta Federica Forti (nella foto). Un grazie  va a tutti gli attori: dagli uffici che hanno preparato la proposta che ha fatto la differenza alla sinergia che ha portato a eventi come White Carrara Downtown, Carrara Studi Aperti, Marmo all'Opera e a tanti altri». Alla base del progetto di Carrara, il rapporto con gli artisti come Michelangelo e il Canova, ed il marmo «utilizzato come filo conduttore». 

Venti buyer esteri da tutto il mondo hanno assaggiato il Vermentino doc. I produttori sperano di soddisfare ordini futuri

Pagina 1 di 42

La foto notizia

Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti
Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti

Domenica 22 settembre terzo appuntamento della stagione con il ciclo “Dal virtuale al reale”. La visita guidata prevede una prima sosta al MuSA per poi proseguire al Museo dei Bozzetti. Al MuSA visita alla Collezione “Capitani Coraggiosi”, una selezione di opere in gesso provenienti dal Comune di Pietrasanta e concesse in prestito. La selezione fa parte del progetto “Il museo diffuso”, con il quale il Comune, ricercando contenitori sul territorio che ospitino piccole sezioni del museo con bozzetti a tema con il luogo, rende fruibile la sua imponente collezione. Proiezione del documentario in multiproiezione “La voce del marmo“, il film documentario che ripercorre la storia dell’estrazione del marmo nell’area Apuo-versiliese, da Michelangelo fino ai giorni nostri. A seguire, dopo una breve passeggiata visita al Museo dei Bozzetti, un’istituzione unica nel suo genere, nata nel 1984 con l’intento di documentare l’attività degli artisti. Ubicato in un contesto storico-religioso di prestigio, l’istituto raccoglie e ospita 700 bozzetti di sculture di oltre 350 artisti che hanno scelto i laboratori di Pietrasanta e della Versilia per realizzare le proprie opere. Una passeggiata tra viaggio tra le creazioni della scultura contemporanea di tutto il mondo, un percorso alla scoperta del prezioso lavoro degli artigiani. www.museodeibozzetti.it La visita guidata avrà inizio al MuSA in Via Sant’Agostino 61 (angolo Via Garibaldi) alle 17.00, proseguirà al Museo dei Bozzetti in Via Sant’Agostino 1 alle 18.00 e terminerà intorno le 18.45. L’ingresso è gratuito, è gradita la prenotazione PRENOTA QUI DAL VIRTUALE AL REALE | Dal MuSA al Museo dei Bozzetti I campi contrassegnati con * sono obbligatori. Visita "virtuale" al MuSA e a seguire visita "reale" al Museo dei Bozzetti Domenica 22 settembre - dalle 17.00 alle 19.00

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree