patrocinio comune

 

 


cosmave centro servizi

 

Redazione

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ai sensi dell'art.35, decreto n. 34 del 30.04.19, si segnalano i contributi/finanziamenti pubblici ricevuti dal Consorzio Cosmave nel corso del 2021:
Beneficiario: Cosmave, Via Garibaldi 97 55045 Pietrasanta (Lu) P.iva: 01466600465 CF: 91004320460
Soggetti eroganti: CCIAA Lucca (per euro 8.000,00 causale compenso Progetto PID - Somministrazione alle imprese del territorio di questionari sul tema digitalizzazione) ) e LuccaPromos Scrl (per euro 18.000,00 - Attività di sostegno alle imprese lapidee per progetto eventi) ), in tranche nel corso dell'esercizio 2021.

 

 Il Tirreno

E straordinario il risultato della Franchi Umberto Marmi in Cina nel corso dei primi nove mesi con ricavi pari a circa 14,5 milioni di euro, quasi triplicando il risultato conseguito nello stesso periodo dell'anno precedente, grazie «allo straordinario contributo della nostra direzione commerciale - spiega ranchi - e all'effetto della fiera di Xiamen e superando i livelli raggiunti anche nel 2019 pre pandemia».

Il Tirreno


Gli ambientalisti contestavano il piano adottato dalla Regione già nel 2015
«L'estrazione del marmo non costituisce di per sé un danno ambientale»

Il Tirreno

Prove di dialogo tra industriali del marmo e Comune: «Ma sulle lavorazioni in loco c'è ancora del lavoro da fare»


carrara. Lavorare a una nuova alleanza, non solo tra imprese e territorio - rappresentate in primi dal Comune - ma anche tra le imprese del settore tra loro. Una alleanza basata su una visione, quella della Carrara del futuro. Su regole condivise, a cominciare da quelle sulle percentuali di prodotti lavorati in loco . E su quattro-cinque progetti che siano la benzina di quella visione. Sono questi i presupposti dell'incontro che ha visto confrontarsi gli industriali del marmo e l'amministrazione comunale - presente con l'assessore e vice sindaco Matteo Martinelli - dopo settimane di turbolenze legate alle battaglie legali sulle normative relative all'attività estrattiva. Tema, ovviamente, all'ordine del giorno anche martedì: la sentenza del Tar sulla tracciabilità fa discutere e non potrebbe essere altrimenti. E da parte degli industriali del settore, rappresentanti da Fabrizio Santucci, l'atteggiamento è di attesa: «Siamo aspettando - spiega - che il Comune ci convochi a un tavolo per risolvere le questioni». Nel frattempo il faccia a faccia di ieri - l'incontro era convocato dagli industriali e il Comune ha chiesto di potervi partecipare - è stato l'occasione per discutere degli effetti dell'articolo 21 del regolamento sugli agri marmiferi per il territorio (che disciplina il famoso "periodo transitorio" che, ricalcando la legge regionale 35 del 2015, va a stabilire il lasso temporale per le cave in regime di agro marmifero dal 2023 fino alla gara). Si tratta dello "spazio normativo" che comprende gli scenari delle lavorazioni in loco - per le aziende del lapideo «ancora problematici ma precondizione per andare a parlare di progetti e investimenti» precisa Santucci - e appunto dei progetti (con un regolamento ad hoc al vaglio proprio ieri del consiglio comunale) che Matteo Venturi, presidente degli industriali apuani, definisce «una bomba atomica sulla città».


Irene Consigliere 11 giu 2021
https://www.corriere.it/economia/aziende/21_giugno_11/da-toronto-jeddah-marmo-carrara-export-30ef89b4-c77e-11eb-9c4c-4cf000dece4f.shtml

Da Toronto a Jeddah, marmo di Carrara da export Alberto Franchi, presidente e ad Franchi Umberto Marmi
Dal prestigioso grattacielo TheWell di Toronto alla grande Moschea di Jeddah: sono solo due esempi delle forniture di marmi più recenti di Franchi Umberto Marmi, società fondata cinquant’anni fa dalla famiglia Franchi, attiva nella lavorazione e commercializzazione di blocchi e lastre di marmo di Carrara, uno dei simboli del Made in Italy e del lusso.

Museo Guadagnucci, nuovo sito

La Nazione

Elegante e all’avanguardia, online da oggi

Pagina 1 di 44

La foto notizia

Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti
Dal virtuale al reale Dal MuSA al Museo dei Bozzetti

Domenica 22 settembre terzo appuntamento della stagione con il ciclo “Dal virtuale al reale”. La visita guidata prevede una prima sosta al MuSA per poi proseguire al Museo dei Bozzetti. Al MuSA visita alla Collezione “Capitani Coraggiosi”, una selezione di opere in gesso provenienti dal Comune di Pietrasanta e concesse in prestito. La selezione fa parte del progetto “Il museo diffuso”, con il quale il Comune, ricercando contenitori sul territorio che ospitino piccole sezioni del museo con bozzetti a tema con il luogo, rende fruibile la sua imponente collezione. Proiezione del documentario in multiproiezione “La voce del marmo“, il film documentario che ripercorre la storia dell’estrazione del marmo nell’area Apuo-versiliese, da Michelangelo fino ai giorni nostri. A seguire, dopo una breve passeggiata visita al Museo dei Bozzetti, un’istituzione unica nel suo genere, nata nel 1984 con l’intento di documentare l’attività degli artisti. Ubicato in un contesto storico-religioso di prestigio, l’istituto raccoglie e ospita 700 bozzetti di sculture di oltre 350 artisti che hanno scelto i laboratori di Pietrasanta e della Versilia per realizzare le proprie opere. Una passeggiata tra viaggio tra le creazioni della scultura contemporanea di tutto il mondo, un percorso alla scoperta del prezioso lavoro degli artigiani. www.museodeibozzetti.it La visita guidata avrà inizio al MuSA in Via Sant’Agostino 61 (angolo Via Garibaldi) alle 17.00, proseguirà al Museo dei Bozzetti in Via Sant’Agostino 1 alle 18.00 e terminerà intorno le 18.45. L’ingresso è gratuito, è gradita la prenotazione PRENOTA QUI DAL VIRTUALE AL REALE | Dal MuSA al Museo dei Bozzetti I campi contrassegnati con * sono obbligatori. Visita "virtuale" al MuSA e a seguire visita "reale" al Museo dei Bozzetti Domenica 22 settembre - dalle 17.00 alle 19.00

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree