patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Operaio ustionato in cava a Colonnata, incidente sul lavoro

12 Ottobre 2017 K2_ITEM_AUTHOR  Il Tirreno Ms Carrara

 

di Luca Borghini CARRARA Era in corso una manutenzione ad un macchinario quando una fiammata ha investito il meccanico, Andrea Benassi un operaio di 48 anni, ustionandolo alle braccia e al volto. L'incidente è accaduto ieri mattina poco prima delle 11 alla cava 148 Campanili nel bacino di Colonnata.

Il titolare della cava è l'imprenditore Alessandro Corsi.Dalla prima ricostruzione, ma l'esatta dinamica è al vaglio del servizio Prevenzione Igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro dell'Asl, l'operaio stava intervenendo sulla macchina spenta con una fiamma ossidrica quando inavvertitamente è stato toccato del grasso del motore che ha provocato la fiammata e un piccolo principio di incendio. I compagni di lavoro hanno subito spento le fiamme e soccorso l'uomo allertando poi il 118. La centrale operativa ha inviato il soccorso cave e i vigili del fuoco. Fortunatamente l'operaio non è mai stato in gravi condizioni al punto che non è stato necessario far intervenire Pegaso e l'uomo è stato portato in ambulanza al Noa. In cava poi è arrivata l'Asl che avviato gli accertamenti sul perché dell'incidente e se tutte le operazioni siano state svolte seguendo le procedure di sicurezza. Accertamenti svolti anche dai carabinieri. Un incidente tuttavia non direttamente collegato all'estrazione del marmo e che poteva avvenire anche in officina. La macchina infatti, al momento, non stava operando alcun taglio e la manutenzione è avvenuta lontana dalle zone di lavoro. Resta però il dato dei tanti incidenti in cava, l'ultimo di qualche giorno fa, in un momento in cui l'attenzione delle istituzioni è massima affinché vengano rispettate le procedure di sicurezza. E il commento di Roberto Venturini della Cgil è amaro: «Aldilà che questo è un incidente anomalo perché non è successo durante operazioni di cava, dobbiamo ribadire quello che diciamo sempre sulla sicurezza. Purtroppo non abbiamo il potere di fare controlli diretti. Noi possiamo solo fare verifiche a posteriori e lo facciamo con l'Asl che è molto collaborativa. Il lavoro di sensibilizzazione e di controllo lo facciamo tutti i giorni nei confronti dei lavoratori e delle aziende. Ma sulla sicurezza ci sono normative che non penalizzano i datori di lavoro. Mi spiego. In questo settore ci sono tanti soldi, se si continuano a tenere delle semplici ammende in caso di violazione delle norme sulla sicurezza credo che il problema non verrà mai del tutto risolto. Bisogna educare sulla sicurezza prima di tutto i datori di lavoro e poi i lavoratori. Giusto ieri si è fatto male un datore di lavoro, questa è la dimostrazione che la sicurezza è un tema che riguarda tutti». Ma Venturini lancia anche un allarme: «Ci sono aziende che stanno molto migliorando. Addirittura qualcuno sta cercando di eliminare il filo limitandolo il più possibile. Ma ci sono anche situazioni gravi e non solo alle cave ma anche al piano. Abbiamo il timore che ci siano aziende che non sempre denunciano gli incidenti. Lo ha detto il segretario Gozzani e io lo ribadisco».ì

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree