patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

«Beni estimati, si andrà in Cassazione»

11 Ottobre 2017 K2_ITEM_AUTHOR  Il Tirreno Ms Carrara

 

De Pasquale: sono beni della collettività su cui chiederemo di pagare il canone di concessione

 


CARRARA La battaglia sui Beni Estimati è un altro nodo da sciogliere del pianeta lapideo. Uno dei punti centrali del programma elettorale del sindaco Francesco De Pasquale. E una questione su cui, ancora una volta, fa chiarezza il primo cittadino, ribadendo una posizione netta da parte della sua amministrazione. Una presa di posizione che il sindaco De Pasquale ha ribadito sia in televisione che a Il Tirreno. È proprio parlando di "patrimonio" e di cave che, ovviamente, la mente va subito alla questione dei Beni Estimati, affrontata anche dalla trasmissione "Fuori Roma" di Concita De Gregorio andata in onda lunedì sera sulla Rai. «Nel nuovo regolamento noi inseriremo il riconoscimento dei Beni estimati come proprietà collettiva e chiederemo che anche queste cave paghino il canone di concessione» conferma il sindaco certo che la partita, legale, finirà prima o poi davanti alla Corte di Cassazione. Quanto poi alle tesi degli industriali del marmo che a "Fuori Roma" hanno spiegato come la natura privata dei Beni Estimati possa essere considerata un baluardo contro l'invasione delle cave da parte dei grandi gruppi stranieri, perché permette di evitare l'asta per le concessioni. Il sindaco De Pasquale quindi ribatte: «Chi sostiene questa posizione forse dimentica che gli stranieri alle cave ci sono già. Non sono i tanto temuti cinesi, ma gli arabi dei Bin Laden» ammonisce il primo cittadino ricordando che le aste, e i bandi di gara a esse legate, possono diventare, se ben costruiti, uno strumento per migliorare la gestione delle cave. E non per creare monopoli.«Noi nel regolamento inseriremo un vincolo che nel rispetto dei termini di legge, eviti che le cave finiscano tutte in mano a pochi gruppi. Vorremmo incentivare un'equa distribuzione delle concessioni e scoraggiare i monopoli» conclude De Pasquale certo che con il nuovo metodo di riscossione e la riscrittura del regolamento degli Agri, dall'inizio del 2018 l'amministrazione pentastellata inizierà a imprimere il suo marchio alle politiche di gestione del settore lapideo. Insomma una vera e propria rivoluzione grillina del settore marmo.(c.ch.)

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree