patrocinio comune


cosmave centro servizi

 

Distretto Apuo-Versiliese (1222)

L'assessore Trivelli: "motivi tecnici, abbiamo gli uffici molto impegnati"

Marmo, contro il caos del 58 bis il Comune punta a un’ordinanza, provvedimento ad hoc per superare le sospensive del Tar


Un catalogo con la raccolta delle passate edizioni delle sculture dei giovani artisti presenti nei laboratori del marmo. Al CAP è stato presentato il volume ‘Le voci dell’arte’. Hanno introdotto l’assessore alla Cultura Federica Forti e il presidente del Club Unesco Carrara dei Marmi Maria Grazia Passani. Il volume ha riguardato la rassegna del forum internazionale di scultura che ha interessato anche la nostra città e che prevedeva la presenza nei nostri laboratori di scultura di 5 studenti.

E' stato pubblicato il bando della legge 181/89 per la Provincia di Massa Carrara.
Le domande si presentano a partire dal 15 febbraio e vengono esaminate in ordine di spedizione.
Le iniziative per essere ammissibili devono (maggiori info contattando la segreteria del consorzio)


«CINQUANTA sfumature di oro bianco». E’ in uscita per Stampa alternativa la nuova edizione del libro denuncia del giovane autore carrarese Matteo Bogazzi dedicato al mondo del marmo e alla storia del movimento di protesta nato dopo l’alluvione del novembre 2014 che portò all’occupazione della sala di rappresentanza. Tutto questo viene raccontato sotto forma di romanzo nel quale i personaggi di fantasia si muovono in uno scenario reale e contemporaneo caratterizzato da scandali e collusioni devastanti, e fanno deflagrare la loro rabbia civile. 


Processo per estorsione Interrogato Dell’Amico
ESTORSIONE a un commercialista: interrogato l’imprenditore accusato. Si è tenuto ieri, su richiesta della difesa, l’interrogatorio di Manrico Dell’Amico, accusato dal commercialista Lucio Boggi di estorsione. Un’udienza davanti al pm Roberta Moramarco conclusa dal mattino alle 17,30. 

Aliquota Irpef che aumenta allo 0,8 per cento per tutte le fasce (eccezion fatta per i redditi annui sotto i 10 mila euro) e una stima sull'entrate del lapideo di "meno" 1,8 milioni di euro. Sono queste, in estrema sintesi, le voci "calde" uscite dalla commissione bilancio riunita nel pomeriggio di ieri. Al centro della seduta il bilancio previsionale del 2019 presentato dal vicesindaco Matteo Martinelli che, prima di tutto, parte con una precisazione sulle tempistiche: «Dovrebbe essere in consiglio per l'approvazione la prima settimana di febbraio rispettando i termini di legge (fine febbraio)». Poi come detto i numeri. E andiamo subito alla manovra sull'aliquota Irpef da oltre un milione e mezzo di euro (1,6 milioni di euro). «L'incremento varierà a seconda della fascia di reddito ma nella peggiore delle ipotesi comporterà un aumento medio dello 0,12% e un incremento massimo dello 0,2%», dicono da Palazzo civico. 

Boom fatturati delle imprese del lapideo

Tutti i big del settore hanno collezionato cifre "monstrum", è stato un anno d'oro per i colossi del marmo, ma anche per realtà di dimensioni più contenute che, seppure con fatturati non astronomici, hanno realizzato utili da record. Si tratta di aziende che rappresentano gli interi sementi della filiera del lapideo: sia il monte (in soldoni, e qui è proprio il caso di dirlo, la vendita dei blocchi) che il piano (la segagione e i lavorati). Insomma un settore che, scorrendo i numeri di fatturato e utile di esercizio, non sembra veleggiare nelle secche della crisi. Anzi.Le cifre sono "monstrum" soprattutto per quel che riguarda gli utili: la Franchi Umberto marmi (fatturato di oltre 48 milioni di euro) si aggiudica il primato delle 145 aziende del territorio apuano con fatturato superiore ai cinque milioni, con oltre 19 milioni (19 milioni 256mila euro) di utile di esercizio. 

 

169 sopralluoghi effettuati dall'ARPAT su 60 delle 170 industrie attive nel settore lapideo. Il rapporto "Speciale Cave" stilato dall'ARPAT per il 2018 registra 38 denunce all'autorità giudiziaria e di 43 sanzioni di natura amministrativa. E' un progetto elaborato da ARPAT con il sostegno della Regione e in accordo con le procure di Lucca e Ms Carrara che punta a realizzare una strategia regionale per la tutela ambientale del settore estrattivo.


Valanga di ricorsi sull’escavazione Le cave al Tar contro il Comune
Contestati i provvedimenti di palazzo civico.

CAVE ancora un maxi ricorso contro il Comune, ancora una volta nel mirino il 58 bis. Dopo aver incassato le prime sospensive da parte del Tar ai provvedimenti con cui aveva bloccato le attività estrattive a Lorano e Canalgrande, per piazza II Giugno si prepara un’altra grande battaglia davanti al tribunale amministrativo fiorentino. Sono circa una trentina le aziende del monte, tra cui le tre cooperative, che hanno presentato due ricorsi aventi però entrambi come oggetto una singola determina del dirigente del settore Marmo, Enrico Fini, che a loro giudizio impedirebbe con un semplice tratto di penna la possibilità di effettuare varianti a volume zero rispetto al perimetro autorizzato.

Pagina 1 di 123

Versilia Produce

VersiliaProduce è un periodico trimestrale pubblicato da Cosmave che costituisce una realtà consolidata e unica nel panorama della stampa di settore che si avvale di firme esterne (imprenditori, rappresentanti di enti locali, ingegneri, etc.) che commentano eventi, promuovono dibattiti e approfondiscono aspetti tecnici.
Il giornale è distribuito via posta in oltre 2000 aziende del territorio apuo-versiliese e dei maggiori comprensori lapidei italiani (Verona, Tivoli e Rapolano, Puglie, Sicilia, Sardegna, Piemonte); VersiliaProduce è anche diffuso in occasione di fiere, workshop e manifestazioni di settore.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree